Pubblico Impiego Corte dei Conti

RdB SECONDO SINDACATO A PALERMO

Palermo -

RdB

SECONDO SINDACATO A PALERMO

 Nella più grossa sede regionale, si consolida la roccaforte.

·      52 voti di lista;

·      36 voti di preferenza : per il candidato  più votato in assoluto;

·      3 candidati eletti su tre, in lista;

·      Il 30% dei seggi.

La seconda forza sindacale presente nella sede più “ pesante “ dopo quella romana.

Questo è un risultato elettorale che deve fare riflettere.

Le battaglie che la RdB ha fino ad oggi affrontato a tutela dei diritti dei lavoratori, oggi trovano il loro riconoscimento, e ottengono il consenso per proseguire sulla linea “dura”.

Il riconoscimento dei diritti dei lavoratori, passa necessariamente attraverso la tutela della loro dignità e questi valori non sono trattabili.

         Da oggi ricomincia la battaglia per la “sopravvivenza” del pubblico impiego, per la tutela dei salari più bassi,  per la tutela delle fasce più deboli, per un futuro certo e dignitoso per i giovani, ed i precari, per il riconoscimento delle professionalità acquisite nei posti di lavoro, per contrastare fenomeni di clientelismo, contro lo scippo del TFR e contro ogni formale “discrezionalità “ che dissimuli discriminazioni, e privilegi: una sostanziale equità che nel “non dare tutto a tutti, dia ad ognuno il suo”.

         Questo è l’impegno che questa O.S. e i nuovi rappresentanti della RSU della lista RdB della sede di Palermo assumono nei confronti di coloro che hanno creduto in loro e  di tutti i lavoratori.

 

         Un ringraziamento va alla commissione elettorale, e a tutti i componenti  del seggio che con senso di abnegazione e buona volontà hanno affrontato con molta umiltà ed equilibrio questa difficile tornata elettorale.

         Palermo 23/11/07

                                                                  Giuseppe Giucastro